All’IFA Berlino arriva la carica degli smartwatch!

Ifa-Berlino-SmartWatchÈ una delle novità più attese di questa edizione dell’IFA di Berlino, non priva anche quest’anno di incredibili proposte ad effetto come il Life Space UX Sony o gli enormi televisori curvi 4K e Oled, concept avveniristici che si propongono di rivoluzionare l’esperienza visuale domestica: gli smartwatch si preparano ora ad invadere il mercato, generando una domanda che al momento non è ancora decollata, ma che potrebbe elevarsi esponenzialmente all’approssimarsi delle festività natalizie.

Ecco allora che in attesa della presentazione dell’iWatch Apples e del Moto 360 Motorola, altri big hanno scelto di anticipare proprio all’IFA di Berlino il lancio dei loro prodotti, così da giocare d’anticipo sui prossimi trend di mercato.

Sony ha quindi proposto lo Smartwatch 3, varianti cromatiche nero e lime (in futuro affiancate dai cinturini bianco e rosa), con schermo Lcd da 1,6 pollici e sistema operativo Android Wear di Google: piccolo (36x10x51 mm) e leggero (appena 38 grammi), lo Smartwatch 3 consente di sfruttare le funzioni microfo, bussola e Gps senza l’abbinamento allo smartphone e con la sua memoria da 4 GB assicura la sincronizzazione delle playlist in automatico, ancora una volta senza necessità di portarsi a presso il telefono.

Da parte sua Samsung gioca tutto sul Gear S, uno smartwatch con sistema operativo Tizen e scheda sim incorporata che ne permette l’impiego anche per telefonare senza bisogno dello smartphone.

Asus punta invece alla conquista degli utenti con la sobria eleganza di ZenWatch, anch’esso basato su Android Wear, fornito di un cinturino in pelle e quadrante curvo: compatibile con tutti gli smartphone Android, potrà essere impiegato anche come wellness manager grazie ai sistemi di monitoraggio delle calorie, l’attività fisica svolta e il battito cardiaco.

Infine da Lg arriva il G Watch R, con un esclusivo quadrante rotondo e display Plastic-Oled da 1,3 pollici, anch’esso con cinturino in pelle intercambiabile e sensore per le pulsazioni: si basa, ancora una volta, sul sistema operativo Android Wear.

Nei negozi dal prossimo ottobre, gli smartwatch saranno di certo tra i regali più gettonati delle prossime festività natalizie, grazie anche alle loro infinite possibilità di personalizzazione tramite le app scaricabili gratuitamente, che ne permetteranno un pieno utilizzo come navigatori stradali e diffusore vocale, impiegabili senza rischio di decurtamento punti anche su auto a km 0, auto ad alte prestazioni ma ancora prive di blutetooh.