Lampadine a Led per un effettivo Risparmio in Bolletta

Lampadina a LedQuanti di noi si sono visti arrivare una bolletta della luce spropositata e si sono chiesti se veramente le lampadine a led possano ridurre di gran lunga i consumi come viene prospettato. Ebbene, la risposta a questa domanda non può che essere positiva, considerate anche le caratteristiche di queste particolari lampadine.

Le lampadine a led, infatti, sono in grado di assicurare una durata notevolmente superiore in confronto a quelle normali, ma al tempo stesso consumano un quantitativo di corrente inferiore. Ecco il principale vantaggio rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza. Dal punto di vista ambientale, poi, le lampadine led hanno dalla loro il fatto di essere molto più “pulite” e si fanno preferire anche nel confronto con le lampadine a fluorescenza.

Il confronto tra le lampadine a led e quelle a risparmio energetico

Le lampadine a led, come sostengono tutti, sono notevolmente più vantaggiose in confronto alle vecchie tipologie usate fin ad ora. Cerchiamo di quantificare, però quali possano essere i vantaggi in termini numerici e pratici. Le lampadine a led, infatti, sono state oggetto di numerose ricerche e statistiche. Una delle più recenti è quella che è stata effettuata da Italia LED. Quest’ultima ricerca ha posizionato la lente di ingrandimento sulle spese che servono per poter applicare le lampadine a led ad un ambiente di dimensioni medie per almeno 50 mila ore. In poche parole, si tratta di circa cinque anni e mezzo, che tra l’altro è la medesima durata che viene garantita per una lampadina a led.

Partiamo dal prezzo necessario per acquistare una singola lampadina. È vero che quelle a led costano di più in confronto alle vecchie tipologie (non sempre è vero, basta vedere le lampadine a led in offerta su LedLedITALIA). Con una lampadina a led si possono abbassare i costi di circa il 20% in cinque anni rispetto a quello che si dovrebbe sostenere per le lampadine a risparmio energetico. Dal punto di vista dei consumi, invece, con una lampadina a led sono sufficienti 500 kW per circa 50 mila ore di illuminazione. Le lampadine a risparmio energetico, invece, si caratterizzano per consumare quanto meno 1150 kW.

In bolletta, ciò significa un aumento di 130 euro in confronto all’illuminazione a led. Illuminare un ambiente per cinque anni e mezzo con una lampadina a led o con quelle a risparmio energetico? Il confronto risulta davvero impietoso e il risparmio economico, grazie ai led, è notevole. Certo, si tratta di risparmio nel lungo periodo, ma che con il passare del tempo va ad incidere in modo positivo in bolletta.

Come si può aumentare il risparmio in bolletta?

Fino a questo momento abbiamo capito che semplicemente sostituendo le vecchie lampadine a risparmio energetico con una a led consente di ricavare un risparmio in bolletta davvero molto importante nel giro di cinque anni e mezzo. In realtà, ci sono anche tanti altri accorgimenti che permettono di ridurre l’importo da pagare in bolletta. Ci sono tutta una serie di suggerimenti che sarebbe meglio seguire quando siete a casa che vi possono permettere di risparmiare un gruzzoletto in bolletta.

Evitare gli sprechi è fondamentale anche per ridurre l’inquinamento nell’ambiente in cui vivete. Ad esempio, cercate di non lasciare luci accese nelle stanze in cui non vi trovate. Al tempo stesso, anche spegnere tutti quegli elettrodomestici che non state usando, ma che rimangono comunque collegati spesso alla corrente, è una buona soluzione per risparmiare qualche euro in bolletta.

Questi comportamenti virtuosi servono essenzialmente a evitare di spendere qualche euro, ma anche valutare con cura tutte le varie offerte dei fornitori di energia elettrica può rappresentare un buon sistema per risparmiare. Sul web potete trovare diversi strumenti e siti che consentono di mettere a confronto le varie offerte, trovando quella più vantaggiosa dal punto di vista economico.