Rimedi naturali contro influenza, raffreddore e malanni di stagione

Rimedi-Naturali-influenza-raffreddoreTornano a colpire puntualmente nelle stagioni fredde costringendo a letto milioni di persone ogni anno: stiamo parlando del raffreddore e l’influenza, probabilmente le malattie più diffuse al mondo. Fortunatamente esistono dei rimedi naturali alla portata di tutti, che si preparano in poco tempo e fanno davvero bene alla nostra salute. I rimedi naturali per il raffreddore e l’influenza possono essere utilizzati sia come aiuto per le difese immunitarie sia per dare sollievo ai sintomi una volta che si sono manifestati.

L’echinacea è un fiore del nord America impiegato per aiutare le difese immunitarie potenziandole. La sua azione si basa sull’aumento della fagocitosi, meccanismo attraverso il quale le cellule immunitarie eliminano i patogeni. L’altra azione che svolge permette di aumentare la produzione di inteferone e properdina una proteina che induce le cellule a difendersi. Questo fiore può essere utilizzato già quando si avverto i primi sintomi oppure durante la fase acuta dell’influenza. Adoperato come prevenzione, vanno assunte una o due capsule contenenti l’estratto secco per almeno due mesi. Se invece i sintomi sono già in atto, si utilizzano le gocce di tintura madre da sciogliere nell’acqua tre volte al giorno finché non si guarisce completamente. Quando si è affetti da mal di gola, si fanno dei gargarismi con quaranta gocce di tintura madre in un bicchiere d’acqua un paio di volte al giorno.

L’erba cornacchia o erba dei cantanti è utilizzata come rimedio contro le laringiti e gli abbassamenti di voce per questo utilizzata molto dai cantanti. È il rimedio naturale per eccellenza nelle tracheobronchiti e per chi soffre di mal di gola frequenti. Se ne utilizzano quaranta gocce di tintura madre due volte al giorno.

Il propoli è un ottimo antibatterico e immunostimolante. Ottenuto dalle api, è ricavato dalle gemme e dalla corteccia delle pianate e in seguito mescolato con cera e polline. Viene utilizzato da chi ha la gola molto delicata come accade nei bambini, specialmente se presentano una tosse recidiva. Si trova in commercio sotto forma di innumerevoli varianti come la tintura madre, lo spray, in compresse e in perle.

Il carpinio bianco è una pianta utilizzata come rimedio naturale per decongestionare le vie respiratorie affette soprattutto da riniti, faringiti e tosse. Svolge un azione protettiva e antinfiammatoria.

I chiodi di garofano sono una delle spezie che utilizziamo di solito in cucina, adatti per i mal di gola o per tossi molto fastidiose. Aumentano le difese immunitarie e vista la concentrazione molto significativa degli antiossidanti, vengono usati come ricostituenti naturali. Si impiegano nella preparazione del decotto, in 200 millilitri d’acqua aggiungete tre chiodi di garofano e lasciate bollire, bevete quando è ancora caldo. Utilizzato invece come collutorio, aumentando solo la quantità dei chiodi di garofano, aiuta nell’alleviare il bruciore che si ha durante la deglutizione quando la gola è infiammata.

La cannella un’altra spezia molto utilizzata, ha proprietà antimicrobiche. Viene impiegata contro la debolezza e la spossatezza che causa l’influenza. Una tazza formata da 200 ml di acqua 1 grammo di cannella in polvere, 1 gr di chiodi di garofano e 0,5 gr di timo bevuta dopo i pasti contrasta i microrganismi tramite la sua azione germicida.

Anche il comunissimo pepe nero aiuta nell’alleviare i sintomi dell’influenza come catarro e tosse. La peperina, molecola contenuta nel pepe, combatte le infiammazioni e i patogeni.